Biografia
Intervista
Brani di testi critici
Recensioni e servizi
Premi
Libri, riviste e cataloghi
Servizi televisivi ed interviste
Gallerie di riferimento
Opere proprietà di enti pubblici
 

BRANI DI TESTI CRITICI

Artista poliedrica Nietta d'Atena affronta il tema del viaggio, metafora del cammino alla ricerca di una verità interiore. Ricorrente è il tema del deserto, sia nelle increspature sabbiose e dai frammenti perlacei che muovono la superficie di Viaggio, sia nel nobile cavaliere rappresentato in Tuareg, dedicato all'antichissima popolazione del Sahara.
D'Atena spazia dalla scultura alla pittura raggiungendo un'interessante commistione dei due linguaggi espressivi in panneli polimaterici dova la materia si fa disegno.
Le tonalità che abitano le sue opere sono i colori della terra arsa dal sole, caldi e avvolgenti. La scultrice accompagna chi osserva in un cammino silenzioso, fatto di immagini in cui il tempo sembra essersi fermato, per riscoprire i valori che elevano lo spirito verso una dimensione di conoscenza piĆ¹ profonda, e di meraviglia per il mistero del nostro peregrinare su questo mondo.
PAOLO LEVI

...Nietta D'Atena è un'artista che si rivolge innanzitutto alla mente. Le sue sculture suggeriscono profondità e parlano di quesiti importanti, forse irrisolvibili. Eppure, anzichè trasformarsi in un mero esercizio concettuale, le sue opere riescono a comunicare calore, facendo leva su di una riuscita ricerca formale e di composizione. Il ritmo è simile a quello dolce e ciclico delle maree, fatto di forme avvolgenti e dilatate. E' il ritmo della natura e della riflessione.
PAOLO LEVI

...le splendide sculture di Nietta D'Atena, l'artista calabrese capace davvero, con la semplice argilla, di catturare non tanto la voce delle forme, quanto la sua eco, come per natura sua è dato alla conchiglia.
LUCIO BARBERA

...Nietta D'Atena, poetessa d'argille fluttuanti come parole.
EMILIO ARGIROFFI

...le sculture di Nietta D'Atena sono confessioni plastiche originali, surreali e vere.
LUIGI MONTANARINI

...Nietta d'Atena possiede il linguaggio dello spirito, e là dov' è lo spirito ivi è la libertà.
GIUSEPPE PUNTURI

...guardando le sculture di Nietta possiamo ripercorrere un cosmico itinerario, un cammino a ritroso, fino al momento della Creazione. Questo veramente avvicina l'uomo a Dio, gli dà le ali per portarlo al suo livello di Artefice, gli dà il dono di creare.
MARIA FRONCILLO NICOSIA

...sembra che tutto sia immerso nell'elemento primordiale dell'acqua, l'archè della filosofia di Talete, il principio da cui tutte le cose generano, e da esse evade il fuoco che si affida alla luce, l'onda che assume l'aspetto di un ricciolo gigante di fanciulla, movimento che si riassume in un volto, nudità che si identifica nella medesima roccia emergente dal mare, pietra rapita dalle acque per essere donata alla contemplazione dell'uomo.
NINO CASERTA

...Nietta d'Atena si serve di una materia così "primitiva" come l'argilla, di cui tutti noi conosciamo i significati, per ripercorrere i termini di un' evoluzione che materializza, in forme evidenti, quello che potrebbe in termini sensoriali essere il percorso della nostra esistenza.
GIANFRANCO GALANTE



L'evocazione sensoriale che si sviluppa da queste opere non si consuma negli occhi dell' osservatore, ma ha ripercussioni nel fondale dell'anima, negli interstizi del cuore, nei labirinti della mente. Sono le stesse sensazioni avvertite dall'artista e ascoltate, interpretate, trasposte nell' opera, lasciandosi sollecitare dal fascino di civiltà lontane, di venti aperti, tramonti tattili sulle arterie di giorni ubriachi di miraggi tra le dune del deserto.
ANTONELLA IOZZO